La fotografia di matrimonio in tempo di covid-19

La fotografia di matrimonio in tempo di covid-19

og

 

In questo momento poco chiaro nel mondo del wedding ci si domanda come cambierà il settore e tutte le sue sfaccetatture.

Mille sono le domande degli opreratori e sopratutto degli sposi a cui stiamo cercanco di dare delle risposte.

Ad esempio il servizio fotografico del matrimonio potrebbe subire dei cambiamenti? Si dovranno adottare delle accortezze? Sarà diverso? Se si come?

Non si hanno , ad oggi, delle risposte ancora chiare da parte del Governo, ma ne abbiamo parlato nella diretta Instagram con il fotografo Adriano Maffei.

Vi riportiamo quì i temi discussi e in fondo all’articolo troverete un regalo da parte di Adrianoche ci spiega come fare

delle bellissime foto di coppia con quello che abbiamo in casa.

 

Iniziamo da te Adriano parlaci un po’ di te e come hai approcciato al mondo del  Wedding.

“Ho iniziato a fare il fotografo nel 2000 e posso senz’ altro affermare che con una fotocamera in mano non so davvero cosa sia la noia; posso dire di avere ancora oggi lo stesso entusiasmo del mio primo giorno di attività.

Sono arrivato alla fotografia di matrimonio dopo un percorso ricco di esperienze, dalla fotografia pubblicitaria, al ritratto, attraverso la fotografia di moda, ed attualmente il mio lavoro principale è quello di fotografo ritrattista di famiglie e di matrimoni.

E’ una scelta che ho maturato con il tempo, ed oggi sono giunto alla conclusione che per me la vera fotografia è quella che racconta la nostra storia e la storia delle persone alle quali siamo legati.

Secondo me la fotografia di matrimonio deve essere prima di tutto un racconto, un racconto talvolta intimo, quasi sussurrato, ma anche divertente, e soprattutto autentico, vero, dove l’ ingrediente principale che non deve mai mancare è l’ emozione.”

 

Italian-wedding sara-e-jacopo-loggiato 1956-36-MAFF5396©AdrianoMaffei-Low

 

Come cambieranno i matrimoni dopo il corona virus secondo la tua visione?

“Credo che cambieranno molte cose, sicuramente nella stagione 2020, per quel poco che ne rimarrà, ed anche nel 2021 ci porteremo gli strascichi di questa emergenza sanitaria e sociale.

Il distanziamento sociale che saremo costretti a rispettare influenzerà senz’ altro sia le cerimonie che i banchetti, quindi credo che il primo grande cambiamento per i matrimoni italiani sia nel numero degli invitati, che si ridurrà drasticamente.

Devo dire che però se da un certo punto di vista questo sarà un limite difficile da digerire per le coppie dall’ altro potrebbe essere motivo di credere che ci troveremo davanti matrimoni molto più intimi, probabilmente più “intensi” dal punto di vista delle emozioni.

Inoltre anche il fatto di dover mantenere una certa distanza tra gli invitati farà si che molte consuetudini come baci, abbracci, scherzi etc. non siano permessi e questo influenzerà senz’ altro l’atmosfera del matrimonio, se non altro nei primi mesi nei quali ci sarà concesso di lavorare.

Poi immagino che lentamente queste misure si ridurranno e spero che per il prossimo anno si possa quasi tornare alla normalità.”

2048-267-MAFF7254-AMaffei-Mid ritocco

2048-234-XPRO8916-AMaffei-Mid 2048-243-MAFF7165-AMaffei-Mid

 

Cosa ti mancherà di più?

“In un matrimonio quello che cerco è principalmente l’ emozione e siccome sono convinto che l’ amore vince su tutto, so che le emozioni non mancheranno, tanto per gli sposi che per gli invitati.

Quello che mi mancherà sono gli abbracci ed i baci, che mi piace sempre fotografare… ma torneranno anche quelli.”

 

Come cambierà il tuo servizio e se cambierà…

“Una cosa che faccio spesso nei miei servizi di matrimonio è quella di fotografare gli sposi molto da vicino, con focali leggermente grandangolari, per creare immagini molto intime…

Forse questa cosa non mi sarà permessa, ed allora mi adopererò per creare immagini con lo stesso mood stando un metro più lontano dalla coppia.

Probabilmente cambierà anche il modo di fotografare gli invitati, visto che non potranno stare troppo vicini…ma troveremo il modo di risolvere anche questo.”

2048-136-MAFF7024-AMaffei-Mid 2048-099-XPRO8733-AMaffei-Mid

2048-181-L1100926-AMaffei-Mid 2048-026-XPRO8657-AMaffei-Mid

 Su quali basi si dovrebbe scegliere il fotografo ideale per gli sposi?

 “Credo che un fotografo di matrimonio non si debba scegliere soltanto in base alle immagini che realizza, spesso consultabili on line, su profili instagram o siti web.

Tra l’ altro oggi, proprio per la diffusione dei social, si è di fronte ad una grande uniformità di stili tra i fotografi, che spesso si copiano tra loro rendendo davvero difficile distinguerne uno dall’ altro.

Sono davvero pochi i fotografi che si contraddistinguono per uno stile davvero personale.

Credo che un fotografo di cerimonie vada scelto anche in base alla sua esperienza, al suo modo di presentarsi e di porsi di fronte agli invitati, alla sua discrezione e sensibilità.

Ritengo che l’ esperienza sia da mettere tra i primi fattori: un matrimonio non è mai uguale ad un altro e talvolta si presentano situazioni anche difficili che vanno gestite in pochi istanti, spesso senza possibilità di replica.

So di essere forse in contrasto con le nuove tendenze di “contrattazione” online tra coppie e fotografi ma ritengo che il contatto di persona sia la cosa ideale per capire se si ha di fronte il fotografo giusto per il proprio matrimonio… spesso la sensazione che si può avere con un incontro di persona vale più di mille immagini scorse sul display di uno smartphone.”

Marche in Wedding Marche in Wedding

Marche in Wedding Marche in Wedding

 

 Com’è il tuo approccio con gli sposi, la relazione che si instaura? Per noi è essenziale instaurare un’ empatia molto forte proprio perchè si entra nella sfera delle emozioni.

“Il mio approccio con le coppie di sposi è molto “friendly”, ma al tempo stesso professionale.

Mi piace trascorrere parecchio tempo insieme a loro, per ascoltare le loro richieste, esporre i miei servizi ed i prodotti dedicati al wedding e presentare un preventivo personalizzato.

Quasi sempre si instaura un ottimo rapporto, specialmente dopo il servizio prematrimoniale che ritengo fondamentale per conoscerci meglio.

In moltissimi casi negli anni successivi al matrimonio le coppie ritornano per servizi di maternità, nascita e ritratti di famiglia, e questore me è motivo di grande soddisfazione.”

 Marche in Wedding Marche in Wedding Marche in Wedding

Per alleggerire questo momento puoi suggerire ai nostri sposi e non come creare un set in casa per fare delle belle foto di coppia? Per passare un momento in allegria e calarsi nei panni di un fotografo. Quali sono i tuoi preziosi consigli?

“Allestire un piccolo set può essere molto divertente…

Abbiamo tutto il tempo in questo periodo di quarantena per realizzare qualche bel ritratto di coppia da postare sui social o inviare ai nostri amici o parenti che non possiamo raggiungere.

Possiamo farlo con lo smartphone o con la nostra reflex o mirrorless.

Il primo accessorio che ci occorre è un piccolo supporto per la fotocamenta, un piccolo treppiede o anche l’ asta per i selfie se utilizziamo lo smartphone.

Se utilizziamo una fotocamera lo smartphone può esserci molto utile per scattare in remoto, utilizzando le numerose app.

La migliore fonte di luce che possiamo utilizzare è una finestra, meglio se grande, e con una tenda sottile di colore bianco davanti per diffondere la luce.

Posizioniamoci con la luce della finestra di tre quarti rispetto al volto, ed iniziamo a scattare; poi la nostra app di foto ritocco preferita, Snapseed ad esempio, farà il resto…

Buon divertimento!”

Grazie ad Adriano Maffei per la disponibilità e dei preziosi consigli.

Weddy’s Angels

 

Portfolio Masonry

https://www.facebook.com/adrianomaffeiwedding/

weddys
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.